Serena Bella, 2009, Frammenti di Sogno, Edizioni Tau, Salerno

Che i sogni siano parte della nostra esistenza è vero. Che ne costituiscano, per alcuni, persino l’essenza è indizio importante per comprendere come si possa sopportare la realtà. La poetessa Serena Bella ha un cuore-mente intrisa di sogni, ad occhi chiusi, perché quando la apre la delusione potrebbe emergere e concretizzarsi e sarebbe difficile affrontare un mondo che non presenta alternative. Eppure, anche se la scrittura è semplice, a volte persino infantile, le sue poesie colpiscono direttamente il lettore che si trova disarmato di fronte a tanta onestà intellettuale ed etica.

“Un canone inverso di inaudita ferocia”: così definisce la fine di un amore, mentre la vita continua a scorrere in solchi di vene che non hanno più sangue. Serena Bella dedica tutti i propri  pensieri all’amore, sapendo che si tratta di conquista forse solo temporanea e che il migliore che si possa augurare è quello che vive dentro i propri desideri, nei quali non vi è spazio per la violenza. Sì, in una sua lirica emerge tuttavia il racconto di uomini amati anche se aggressivi, resi violenti dalla assurda necessità che hanno di dimostrare la loro virilità. O forse è solo desiderio di imporre il proprio volere. Grazie a questo dolore, la poetessa, comprende quanto sia importante il “sentire” femminile e la dolcezza delle creature alle quali la Natura ha affidato il compito di contenere i primi momenti della vita umana. Maschi umani malati di insana e impossibile gelosia, come se l’idea esasperata di possesso confermasse ai loro stessi occhi la validità di un amore, di una relazione che dovrebbe invece basarsi sulla fiducia affettiva.

Per questi motivi, gli affreschi emozionali e lirici di Serena Bella sono in effetti carichi di speranza e di futuro, sia per i giovani che per i meno giovani, perché specialmente questi ultimi, confondendo l’età adulta con la saggezza, si sono dimenticati dell’amore che è sempre, e deve rimanere, il sentimento più dolce e motivante anche di una vita che giunge all’epilogo.

In Evidenza

Il nuovo libro di Alessandro Bertirotti
"Psico-antropologia per il Design"
David and Matthaus Edizioni
In tutte le librerie da Marzo 2017

http://www.davidandmatthaus.com/

In Evidenza

Il nuovo libro di Alessandro Bertirotti
"Diversamente uguali - Noi, gli altri, il mondo"
Edizioni Paoline
In tutte le librerie a Maggio 2016

http://www.paoline.it/