Su il Giornale.it il mio nuovo articolo: La demenza gender

logoblogilgiornaleÈ tutta questione di… intelligenza.

E questa notizia proprio ci voleva, nel senso che, effettivamente, si era presa una china a dir poco ridicola; strumentale alla raccolta di voti, tanto in Italia e, secondo me, quanto nel mondo.

Che diventi un problema di identità andare in un bagno pubblico è semplicemente assurdo e, sempre dal mio punto di vista, persino lesivo del libero arbitrio individuale. Mi spiego meglio.

Leggi tutto qui.

Did you like this? Share it:
Taggato con: , , , , , , ,
Pubblicato in News
Un commento su “Su il Giornale.it il mio nuovo articolo: La demenza gender
  1. Tizleo scrive:

    No comment… caro Prof ė un’assurdità. I bagni degli uomini hanno per lo più gli orinatoi… voglio proprio vedere le signore alle prese con quegli aggeggi. Se i bagni fossero a misura d’uomo e di donna, cioè con il water credo che il problema non si porrebbe. A parte che personalmente proverei un lieve disagio che è lo stesso che provo dai parrucchieri unisex. Credo si chiami riservatezza. Uno va in bagno e ci si chiude e amen, maschi femmine e omosessuali, che ricordo per i piu giovani che li hanno scippati dell’abc e quando se ne accorgeranno saranno dolori, che omos in greco, nostra lingua madre e padre con il latino, significa uguale, medesimo , e quindi questo termine si deve usare per indicare chi è attratto sessualmente dallo stesso proprio sesso. E ooppss ho perso il filo.
    Detto questo credo che ci sia tanta troppa ipocrisia. Voler irregimentare i bambini in canoni che non appartengono all’infanzia ė si un assurdità! Ci
    terrei che i bambini non fossero privati della gioia di dire mamma, che pare che ma ma siano le prime sillabe dopo il vagito, piu o meno in ogni lingua, e papà. Il discorso è lungo, direi che questa storia sui gusti sessuali, che va bene ognuno ha i suoi, ha proprio stancato. E comunque non vedo perché si debbano sventolare vessilli e bandiere. Sono sempre e comunque per la riservatezza valida compagna sia per gli etero che per gli omo.
    A Genova siamo un po’così. Rispetto e affari propri.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Protected by WP Anti Spam

In Evidenza

Il nuovo libro di Alessandro Bertirotti
"Psico-antropologia per il Design"
David and Matthaus Edizioni
In tutte le librerie da Marzo 2017

http://www.davidandmatthaus.com/

In Evidenza

Il nuovo libro di Alessandro Bertirotti
"Diversamente uguali - Noi, gli altri, il mondo"
Edizioni Paoline
In tutte le librerie a Maggio 2016

http://www.paoline.it/